Automotive, fissato un tavolo strategico

Non un tavolo di crisi ma un tavolo strategico. Una distinzione non da poco quella fatta dal ministro dell'Industria e del made in Italy annunciando il ripristino del tavolo automotive. "Ho dato disposizione di riconvocare il tavolo automotive il 5 dicembre, tra venti giorni", ha detto Adolfo Urso intervenendo al Festival Città Impresa, "con tutti gli attori industriali, produttivi, sociali, sindacali e le aziende principali, per confrontarci con il sistema sociale e produttivo su quali sono gli strumenti che dovremo realizzare in Europa e a livello nazionale per meglio affrontare questa fase della transizione ecologica".

Al Ministero i tavoli di crisi aziendali aperti sono oltre 70, "questo invece è un tavolo strategico".

Nei piani di Urso, lo sviluppo di una politica comune con i grandi Paesi produttori in Europa: "Con la Francia condividiamo una grande azienda automobilistica, Stellantis, con la Germania una filiera industriale europea, quella dell'automotive, e sappiamo che insieme dobbiamo cercare di reindirizzare la politica industriale europea. Ovviamente avremo un confronto anche con Stellantis: il nostro obiettivo", ha spiegato il ministro, "non è solo quello di mantenere i siti produttivi e i livelli occupazionali, ma soprattutto di favorire gli investimenti su quelle tecnologie del futuro che ci possono consentire di realizzare le macchine elettriche nel nostro Paese".

  • Mercato usato: comincia bene il 2023
    29 marzo 2023 - L'anno 2023 si apre con una crescita del mercato delle autovetture usate (con dati in attesa di consolidamento): con 372.696 trasferimenti di proprietà avvenuti a gennaio di quest'anno rispetto ai 345.709 dello stesso periodo 2022, la crescita è del 7,8 per cento. I trasferimenti netti aumentano del 5,8 per cento, mentre le minivolture recuperano...

  • Garanzie accessorie? Nì, grazie
    27 marzo 2023 - Italiani poco previdenti? Così parrebbe. Secondo l'indagine comparativa condotta da Segugio.it tra Italia, Francia e Spagna, solamente il 21,9 per cento dei premi auto è relativo alle garanzie accessorie a fronte di un 78,1 per cento di spesa in RC Auto, peraltro obbligatoria. Complice un costo medio RC di 382 euro, per infortuni del conducente...

  • Auto green, roba da giovani
    24 marzo 2023 - Sono soprattutto i più giovani i potenziali acquirenti di un'auto green, anche a un costo maggiore di una endotermica se questo significa contribuire alla sostenibilità ambientale. Risulta dall'indagine realizzata dall'Istituto Piepoli per l'Unione per la Difesa dei Consumatori, secondo cui il 65 per cento degli intervistati sarebbe disponibile ad acquistare...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK