Violazioni più gravi, multe meno salate

È un calo dello 0,2 per cento che deriva dall'indice Foi (famiglie, operai e imprese) quello che andrà a ritoccare l'importo di alcune violazioni al Codice della Strada. Ma quello che più stupisce di un provvedimento quasi ininfluente sul portafogli, è che "è la conseguenza", sottolinea il presidente dell'Associazione sostenitori della Polstrada (Asaps), Giordano Biserni, "della pubblicazione del decreto del ministro della Giustizia in Gazzetta Ufficiale a 6 minuti dalla sua entrata in vigore, allo scoccare della mezzanotte".

Da oggi diminuiscono le sanzioni con importo superiore a 250 euro. Non si modificheranno gli importi per i divieti di sosta, l'utilizzo del cellulare alla guida e il mancato uso della cintura di sicurezza; caleranno invece quelli per la mancata copertura assicurativa (da 868 euro a 866 euro), per il superamento della velocità nella fascia oltre i 40 km/h ed entro i 60 (da 544 euro a 543 euro) e oltre i 60 km/h (da 847 a 845 euro), in pratica le violazioni più gravi. Nessuna modifica alle violazioni in materia di micromobilità elettrica e monopattini.

"Solitamente", rileva Biserni, "il decreto arriva negli ultimi giorni dell'anno ma mai era avvenuta una cosa simile, motivata pare da dubbi di qualche ministero sull'obbligo di diminuire le sanzioni, con minori entrate per lo Stato e gli Enti locali". Intanto da mezzanotte, per effetto della legge di Bilancio 2021, è aumentato di 9,95 euro, pari al 22 per cento, l'importo per le revisioni dei veicoli, "e l'introduzione del nuovo 'buono veicoli sicuri' andrà solo a 402.000 proprietari e sarà bruciato già in questo mese di gennaio, a fronte di circa 17 milioni di revisioni effettuate nel 2019".

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK