Officine, a gennaio lavoro in calo

Inizio d'anno in salita per le aziende italiane di autoriparazione. Il perdurare dell'emergenza Covid si riflette anche sul lavoro di officina, che a gennaio appare in calo in modo più o meno marcato. Secondo il Barometro sul sentiment dell'assistenza auto elaborato dall'Osservatorio Autopromotec, per il 61 per cento dei riparatori l'attività si è mantenuta su livelli normali, ma la percentuale di coloro che segnalano un basso livello di attività è quattro volte quella di coloro che segnalano un alto livello di attività: 31 a 8.

È probabile che i meccatronici del Bel Paese si siano ritrovati con un minor numero di interventi di manutenzione o riparazione per via delle stringenti restrizioni alla circolazione, restrizioni che hanno interessato in particolare i primi giorni del mese (con il lockdown diffuso su tutto il territorio nazionale) e poi le successive settimane (con l'Italia in prevalenza in zona 'arancione' e con alcune regioni 'rosse').

Quanto ai prezzi, per l'81 per cento degli autoriparatori intervistati in gennaio si sono mantenuti su livelli prevalentemente normali. Per il restante 19 per cento, le indicazioni di prezzi bassi prevalgono su quelle di prezzi alti (16 a 3).

Un cauto ottimismo aleggia infine tra gli autoriparatori invitati a guardare a tre, quattro mesi: la maggioranza degli interpellati (68 per cento) ritiene che la domanda si manterrà stabile, mentre vi è un sostanziale pareggio tra coloro che si aspettano un aumento dell'attività e coloro che invece ipotizzano una diminuzione (16 e 16). Sul fronte dei prezzi, soltanto un esiguo 3 per cento prevede un aumento, mentre per l'84 per cento degli autoriparatori i prezzi si manterranno stabili e per il 13 potrebbero diminuire.

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK