Flotte aziendali green 'per forza'

Come cambieranno le flotte aziendali nel 2021, con l'entrata in vigore della normativa che penalizza fiscalmente le vetture più inquinanti? I fleet manager sono pronti a passare a modelli più piccoli e motorizzazioni green? Si sviluppa su queste due domande la ricerca 'Flotte aziendali: fringe benefit, prendere o lasciare?', promossa dall'Osservatorio sulla mobilità aziendale Top Thousand, che ha coinvolto 47 fleet manager di aziende di diverse dimensioni con un parco totale gestito di oltre 70.000 veicoli.

Oggi, le vetture con emissioni superiori a 160 gr/km sono in progressiva diminuzione e non superano il 4 per cento, quelle con emissioni superiori a 190 gr/km sono di poco superiori all'1 per cento, mentre le auto con emissioni inferiori a 60 gr/km (elettriche e ibride plug-in), sono oltre il doppio di quelle più inquinanti. I restanti veicoli, ovvero la stragrande maggioranza, appartengono alla fascia di emissioni compresa tra 61 e 160 gr/km, ovvero quelle categorie che continuano ad essere soggette alla vecchia normativa sul fringe benefit. 

Ma come cambieranno le decisioni dei fleet manager con la nuova normativa del fringe benefit, che comporterà maggiore tassazione per veicoli con emissioni superiori ai 160 gr/km? Il 50 per cento del campione della ricerca vorrebbe attribuire il costo maggiorato al dipendente, mentre il 47 per cento è pronto a rinunciare al veicolo, modificando la propria car list e sostituendolo con modelli Mild Hybrid. Solo 3 aziende su 100 parlano di aumentare lo stipendio del dipendente, facendosi carico del maggiore onere. 

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK