Pedoni vittime della strada: -55%

Complice il consistente calo della circolazione e dei sinistri, nel 2020 i pedoni vittime della strada sono stati il 55 per cento in meno rispetto all'anno prima: 240 di cui 150 uomini e 90 donne, 196 italiani e 44 stranieri (l'anno nero era stato il 2002, prima dell'introduzione della patente a punti, con 1.226 morti). Sono i dati provvisori raccolti dall'Osservatorio Pedoni dell'Asaps, l'Associazione sostenitori della Polizia stradale.

Gennaio il mese con il più alto numero di decessi, 46, aprile, quindi in pieno lockdown, quello con il valore più basso, cinque. Nove pedoni avevano meno di 18 anni (il più piccolo solo un anno), 115 tra 18 e 64, 68 tra 65 e 80, 47 erano ultraottantenni. In 16 casi l'investitore era ubriaco, in sette sotto l'effetto di droghe, in 33 è fuggito senza prestare soccorso.

La regione più a rischio per i pedoni è il Lazio, con 30 decessi di cui 14 solo a Roma; seguono Lombardia (28, di cui 6 a Milano), Campania (22), Sicilia (19), Piemonte (18) Emilia-Romagna (16), Toscana e Veneto (15). In coda la Basilicata con due deceduti, la provincia autonoma di Trento con uno e la Valle d'Aosta senza vittime.

Nonostante i numeri in calo, l'Asaps lamenta "l'assenza di nuove norme sulla causa principale dei sinistri con pedoni, come quella della distrazione dall'uso del cellulare alla guida. In Italia le strisce pedonali non sono luogo 'sacro' in materia di sicurezza stradale come in tutti gli Stati europei, e ci domandiamo quando sarà possibile sanzionare in automatico con telecamere ed agenti la mancata precedenza sugli attraversamenti pedonali, una sorta di pedovelox".

  • Motore elettrico: dal 2027 il meno costoso
    10 maggio 2021 - Entro il 2027 in Europa i veicoli elettrici avranno un prezzo inferiore rispetto a quelli con il tradizionale motore benzina o diesel. Il risultato, decisamente inatteso in tempi così rapidi, è contenuto in un approfondito rapporto stilato da Bloomberg. Secondo questo studio entro il 2035 nell'Unione si venderanno in via pressoché esclusiva...

  • Auto, il digitale crea lavoro
    8 maggio 2021 - Dai progili digitali a quelli più tecnici, l'automotive ha fame di nuove professionalità. Lo sostiene MotorK, provider che vanta diverse partnership con Case auto e concessionari, che stima in circa 10mila i nuovi posti di lavoro che si potrebbero creare solo nella distribuzione auto da qui ai prossimi tre-cinque anni grazie al digitale. Ma quali...

  • Tasse sui veicoli: il tesoretto europeo
    5 maggio 2021 - Ammonta a 398 miliardi di euro il gettito fiscale che arriva nelle casse dei principali Paesi della Ue dalle imposizioni nei confronti delle auto e dei veicoli a motore. Ad essere più "tartassati" sono gli utenti del Belgio che pagano 3.187 euro all'anno per ogni auto, mentre la quota più bassa sui singoli automobilisti tocca agli spagnoli...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK