Anfia contro Cite

Non si è fatta attendere la reazione di Anfia e di tutto il settore auto all'annuncio del Comitato Interministeriale per la Transizione Ecologica sullo stop per i motori a combustione in Italia dal 2035.

Citando uno studio dell'Associazione europea della componentistica (Clepa), Anfia sottolinea che l'Italia rischia di perdere, al 2040, circa 73.000 posti di lavoro, di cui 67.000 già nel periodo 2025-2030: "Siamo di fronte a perdite", si legge in una nota dell'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, "che le nuove professionalità legate all'elettrificazione dei veicoli non basteranno a compensare". Timori che hanno trovato eco in Confindustria, con il presidente Bonomi che paventa "la chiusura di interi pezzi di filiera".

Al loro fianco il Governo Draghi nella figura del viceministro allo Sviluppo economico Pichetto, che pur ammettendo che "l'annuncio del Cite è un passaggio necessario al fine di garantire una Unione europea a impatto climatico zero", ammonisce che "le grandi scelte e gli impegni che si stanno prendendo per il futuro dell'ambiente devono innanzitutto essere condivisi da tutto il mondo oppure l'Europa su questo fronte perde da subito la competizione con Paesi come la Cina, la Russia e India", e che "questo obiettivo non può pregiudicare la sopravvivenza di un settore che dà lavoro a tante persone e crea un importante indotto diretto e indiretto".

Pichetto ha ricordato che nella legge di bilancio "è previsto un fondo di 150 milioni" a partire dal 2022 per accompagnare il settore dell'auto nella riconversione all'elettrico, e che auspica "vada a buon fine" la richiesta di "rendere strutturale le risorse su incentivi ed ecobonus".

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

  • Vetture volanti? Suzuki ci crede
    28 settembre 2022 - Suzuki Motor Corporation intende spiccare il volo rinforzando la partnership con SkyDrive, azienda giapponese impegnata nello sviluppo di "auto volanti" e "droni da carico". Con l'investimento, le due società rafforzeranno ulteriormente la loro partnership siglata a marzo 2022, cooperando con altre aziende investitrici per...

  • Auto, Pinterest per la Gen Z
    26 settembre 2022 - Il motore di ricerca visiva Pinterest aiuta i brand automobilistici a raggiungere la Gen Z, quindi i giovanissimi nati dopo il 1995. Per 8 potenziali acquirenti su 10 Pinterest è la piattaforma perfetta per scoprire nuovi marchi e prodotti auto; soprattutto, chi accede si dichiara pronto a procedere con l'acquisto una volta trovato il 'pin'...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK