RC auto familiare verso il rinvio

Dovrebbe entrare in vigore domenica 16 febbraio, ma per la cosiddetta RC familiare inserita nel decreto Milleproroghe il condizionale è d'obbligo: il Pd ne chiede il rinvio al 16 giugno, il M5S al 30, Forza Italia e Italia Viva al 16 aprile.

Mentre si attende il pronunciamento delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera, che stanno esaminando il Milleproroghe, il Codacons si rivolge all'Antitrust e all'Ivass affinché vigili con attenzione. Secondo l'associazione dei consumatori, infatti, l'RC auto familiare "rischia di determinare effetti contrari a quelli sperati". A fronte dei minori introiti, il Codacons teme che le imprese assicuratrici applichino gradualmente rincari generalizzati, e questo significherebbe "polizze più care per tutti, con alcune categorie di assicurati, come i single e le famiglie mono-veicolo, più penalizzate di altre".

Sulla RC familiare c'è ancora molta confusione. Da un'indagine realizzata per conto di Facile.it risulta che il 14,1 per cento dei rispondenti assicurati, pari a oltre 5,5 milioni di individui, non ha capito come funzioni. Ricordiamo che non potranno trarne beneficio gli assicurati che sono già in prima classe di merito, i nuclei che hanno un solo veicolo e gli assicurati che hanno causato nei 5 anni precedenti un sinistro con colpa. Con questi 'paletti', il 46,9 per cento dei rispondenti, pari a circa 8 milioni di famiglie, non potrà aderire al nuovo sistema assicurativo.

La fetta più grande di beneficiari della nuova norma saranno, di fatto, le famiglie che hanno un parco mezzi composto da almeno un'auto e un motoveicolo; in questo caso, per assicurare il veicolo a due ruote o viceversa, i membri potranno utilizzare la classe di merito più favorevole fra quelle maturate da chiunque nel nucleo familiare. Una situazione che riguarderà il 18 per cento dei rispondenti, vale a dire circa 3 milioni di famiglie.

  • Elettrico, non solo incentivi all'acquisto
    14 febbraio 2020 - Gli incentivi all'acquisto di un veicolo elettrico aiutano ma non bastano a determinare una mobilità più green. Secondo Carlo De Masi, presidente di Adiconsum, bisogna riconoscere il servizio di ricarica 'servizio pubblico', come già avviene per il rifornimento con carburanti fossili. Se l'obiettivo è raggiungere i 4 milioni di veicoli elettrici...

  • Spesa carburanti in calo nel 2019
    12 febbraio 2020 - Cinquantotto miliardi: è quanto hanno speso gli automobilisti e le imprese italiane, nel 2019, per l'acquisto di benzina e gasolio auto. Lo rivela una elaborazione del Centro Studi Promotor secondo cui la spesa del 2019 è inferiore del 2 per cento a quella del 2018. Questa contrazione deriva da due fattori. Il primo è il calo...

  • RC auto familiare verso il rinvio
    10 febbraio 2020 - Dovrebbe entrare in vigore domenica 16 febbraio, ma per la cosiddetta RC familiare inserita nel decreto Milleproroghe il condizionale è d'obbligo: il Pd ne chiede il rinvio al 16 giugno, il M5S al 30, Forza Italia e Italia Viva al 16 aprile. Mentre si attende il pronunciamento delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK