Christian Cappellari, un Maestro Artigiano
diplomato al corso Pes-Pav-Pei

È un maestro senza allievi, Christian Cappellari, e non ha nessuna intenzione di averne. Siamo a Bassano del Grappa, dove il "primo carrozziere vicentino riconosciuto come Maestro Artigiano" è titolare di se stesso in TITA Motorsport. Eccolo in tutta la sua schiettezza.

Un maestro che non vuole insegnare?
In 45 anni di attività ne abbiamo avuti di operai, poi c'è stato un calo di lavoro, i pensionamenti, ma ho deciso di non sostituire nessuno perché ho perso la speranza: quello del carrozziere è un lavoro sporco e faticoso, qui devi imparare il mestiere, non basta un mese; un apprendista ti costa tempo e denaro e, quando è formato, se appena ha una proposta migliore se ne va.

Quindi lavora da solo?
Con mio padre, che nel 1977 è partito con la sua 'Carrozzeria da Adriano'. Io sono nato dentro la carrozzeria, non so se purtroppo o per fortuna. Mi sono diplomato geometra, ma già a 14 anni lavoravo qui, i pomeriggi e nel periodo estivo, finché a 21 anni sono entrato ufficialmente come collaboratore.
Ancora nel 2008 coesistevano due attività: papà si occupava di autoriparazione, io di restauro e di auto sportive. Quando nel 2012 mio padre è andato in pensione, a 63 anni, ha dismesso Carrozzeria Adriano mentre io ho proseguito con TITA Motorsport. Per i clienti non è cambiato niente. E siamo ancora nella sede di sempre: 350 metri quadrati coperti e cortile.

So che ha partecipato al corso Pes-Pav-Pei. Lavorare da solo non le impedisce di guardare al futuro...
Le dico la verità: mi sono operato a una spalla e avevo tempo. Mi è arrivata una mail da DOC è ho accettato, anziché stare con le mani in mano ho fatto qualche corso, per esempio il Pes-Pav-Pei, così se mi arriva la macchina elettrica sono autorizzato a metterci le mani. Ho anche il patentino di saldatore, perché se fai le cose fatte bene può succedere il problema, se parti improvvisato il problema è sicuro.
Comunque il corso Pes-Pav-Pei è stato organizzato bene. Essendo ignorante nel settore su certi argomenti capivo più per intuito che per conoscenze di base, ma i docenti sono stati chiari.

In attesa dell'elettrico, com'è il suo giro di lavoro?
Premetto che la mia non è una carrozzeria convenzionata, anche in questo caso per scelta: non voglio padroni in casa mia, e poi potevamo avere il coltello dalla parte del manico e invece lo abbiamo voluto dare alle assicurazioni. Perché fare 100 macchine per guadagnare 100 se posso farne 50 e guadagnare 100?
A conti fatti, se andassi sotto padrone guadagnerei di più, ma non andrei mai a dare la mia professionalità ai colleghi.
Io ho sempre qui almeno una macchinetta vecchia da sistemare, adesso ho una Topolino A degli anni 30 e una R4. Ci sono settimane che riparo due, tre macchine, e il mese che capita la centrata grossa. Faccio anche qualche tagliando, nel mio piccolo cerco di dare un servizio a 360 gradi: carrozzeria, gomme e meccanica leggera. Riparo dalla Panda alla Porsche passando per qualche Mercedes.

Montando ricambi originali?
Cerco di mettere l'originale per un discorso di qualità. Ma se mi arriva il cliente che mi dice che non ha soldi vado sull'usato. Anche se, a volte, la differenza di prezzo tra un ricambio originale e uno di concorrenza è davvero ridicola.

Del servizio DOC è soddisfatto?
Soddisfatto non lo sono mai, perché come cliente bisogna sempre puntare ad avere qualcosa in più. Ma di DOC non posso proprio lamentarmi, non faccio grandissimi numeri però Mirko (Gnesotto, promoter di riferimento, nda) viene a trovarmi lo stesso e lo apprezzo.

Le capita di chiedere assistenza in concessionaria?
Ho poche esigenze, ma se mi serve assistenza so chi chiamare. Le auto che riparo io non sono nuovissime, hanno quattro, cinque anni e con il mio software per le centraline sono autonomo, riesco anche a spegnere le spie da solo. Però mi è capitata una macchina con i sensori e ho risolto tramite la concessionaria.
Sono dell'idea che comportandosi bene si ottiene sempre tutto, paghi il servizio ma è giusto. Contano anche i 45 anni di attività, siamo conosciuti e ci siamo sempre comportati bene. Porte chiuse non ne ho mai trovate. Quello che manca è un vero contatto, il rapporto personale, con il fatto che la DOC ti porta i pezzi in concessionaria non ci vai più, se va bene ti senti solo telefonicamente.

Il rapporto personale è quello che definisce TITA Motorsport?
Anche. Credo che il cliente ci sceglie per quello che abbiamo seminato in tutti questi anni: trasparenza, correttezza, simpatia (mio papà la barzelletta la racconta). E spero per la qualità del lavoro e per il modo di trattare il cliente; a me piace coccolarlo. Mio papà dice sempre che noi non siamo solo carrozzieri: siamo carrozzieri, banchieri, psicologi, amici, finanzieri, commercialisti...

  • È la Norvegia il Paese più “elettrico”
    22 ottobre 2021 - Il diesel continua il suo crollo di fronte all'elettrificazione del mercato automobilistico europeo: nel terzo trimestre sono state vendute più auto ibride che diesel. Lo rende noto l'Acea, l'associazione dei costruttori. Gli ibridi non plug-in sono al secondo posto con il 20,7 per cento della quota di mercato, dietro alla benzina (39,5 per cento) ma davanti...

  • La mobilità è sempre più green
    20 ottobre 2021 - Consumatori, imprese ed enti locali al centro delle rilevazioni dell'Osservatorio E-MOBILITY 2021 di Nomisma presentate al convegno sulla mobilità circolare organizzato a Bergamo da SIFÀ. Dalle risposte di 1.200 consumatori emerge che 1 italiano su 3 ha pensato all'acquisto di una nuova auto e, tra questi, il 27 per cento ne è effettivamente...

  • Mercato Europa: a settembre nuovo crollo
    18 ottobre 2021 - A settembre è di nuovo in forte discesa la curva delle immatricolazioni di auto in Europa. Nel mese scorso si è ulteriormente accentuata la tendenza al ribasso avviata in estate, e con 972.723 auto immatricolate nei 30 paesi del panel (UE+UK+EFTA) si è registrato un calo del -25,2 per cento sul 2020. Il cumulato dei nove...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK