Romano d'Ezzelino, con il carrozziere
Flavio Simonetto 'Viaggio sicuro'

"Una riparazione fatta a regola d'arte è importante quanto allacciare le cinture". È con queste parole che Flavio Simonetto, titolare dell'omonima Carrozzeria di Romano d'Ezzelino (Vi), ci introduce nella sua azienda e nel progetto di Federcarrozzieri 'Viaggio sicuro'.

Quanto le è piaciuto portare questo progetto nelle scuole?
Moltissimo! Era da un paio d'anni che stavo sotto a questa iniziativa perché la volevo portare anche nel mio paese. In Veneto siamo stati i primi, ma il progetto è stato replicato in Toscana, Piemonte, Sardegna...
Parliamo ai bambini perché a loro volta parlino con i genitori, e vengono premiati proprio per l'impegno a rispettare e a far rispettare le regole. Sicurezza stradale e incidentalità sono due cose diverse. Bisogna viaggiari sicuri, allacciati, senza il telefonino in mano o all'orecchio...

È stato anche un modo per farsi conoscere?
Un modo indiretto di presentarci, anche se Carrozzeria Simonetto è sulla piazza da più di 50 anni.

Grazie a suo padre?
Papà Giovanni, che purtroppo è mancato a febbraio. L'ha aperta nel 1968 dopo essere stato emigrante in Francia, dove ha sempre fatto il carrozziere, e dipendente in una carrozzeria qui vicino. Quando si è messo in proprio è partito dallo scantinato di casa con mamma Jolanda; poi nel 1972 si è costruito l'officina dove sono ancora io oggi e che ho ampliato sette anni fa. Siamo cinque fratelli, ognuno è andato per la sua strada, anch'io ho fatto per un po' di anni l'agente di commercio di preziosi prima di venire a lavorare con papà. Ci siamo dati da fare, nel 2000 ho preso in mano io l'azienda, anche se papà è rimasto per un'altra decina d'anni. Con me ci sono mia sorella Sabrina che segue l'ufficio e un operaio; quando ho bisogno di manodopera, e succede spesso, mi avvalgo di personale esterno con partita iva.

Mai sentito il desiderio di ingrandirsi?
No se vuol dire legarsi alle compagnie di assicurazioni, di noleggio, alle concessionarie... Non voglio essere fiduciario di nessuno per il rispetto che ho di questo mestiere. È una questione di etica. Io non voglio svendere il lavoro, preferisco una macchina in meno ma un lavoro fatto bene. I miei sono clienti fidelizzati, li seguo come dico io. E lavoriamo sempre, anche l'anno scorso appena abbiamo riaperto dopo il lockdown non siamo stati fermi un attimo.

Che cosa entra in Via Trieste?
L'utilitaria come l'auto di alta gamma - adesso ho qui un Porsche, una Mercedes, due Audi - e non facciamo differenze. Diamo molta importanza al cliente, quando se ne va deve essere felice e contento, se lo perdo vuol dire che non ho fatto bene il mio dovere.
Ci arrangiamo noi per tutto, e dove non arriviamo, ma il cliente mi chiede il servizio, ci appoggiamo ai colleghi: per i tagliandi, le revisioni, le calibrazioni degli Adas... Alla fine è uno scambio: io do lavoro a loro e loro lo danno a me.

Qual è la politica Simonetto in fatto di ricambi?
Se possibile ricambi originali: faccio meno fatica a lavorare, sono perfetti, se ci sono problemi le concessionarie li riprendono indietro, e poi c'è DOC che dà un bel servizio.
Ma dobbiamo anche fare i conti con macchine di una certa età, con riparazioni antieconomiche, alla fine è il cliente che decide. A livello di prezzo siamo ancora lontani dal pareggio tra originale e di concorrenza, ma io avviso sempre il cliente che il pezzo non originale non ha le stesse resistenze. Quasi quasi preferisco l'usato, che almeno è originale!
Clienti che si presentano con il pezzo di ricambio? Ne ho, ne ho, ma come arrivano partono.

Ha accennato al servizio DOC...
Mi trovo benissimo, ho un bel rapporto con Mirko (Gnesotto, promoter di riferimento, nda) che segue la zona di Romano; se ho problemi lo chiamo e Mirko cerca sempre di risolverli.
Sono cliente da una vita, andare io a prendere i pezzi nelle concessionarie era una perdita di tempo, il fatto della consegna, anzi delle due consegne, è una comodità che non finisce più.

Tutto bene anche con le concessionarie?
Lavorando con DOC le concessionarie in zona sanno che ho comprato i ricambi da loro e se ho bisogno ci sono. Se devo fare un appunto è sul magazzino: sono rari i magazzinieri che sanno darti un consiglio, e magari ti avvisano che insieme al ricambio che stai ordinando ti servirà un altro pezzo, sono molto meno informati di una volta, e questo è un grosso problema.

  • Vendite Europa: 2021 anno nero
    21 gennaio 2022 - Il 2021 sarà ricordato come il vero anno nero per il mercato dell'auto in Europa. Con il dato di dicembre, che registra 950.218 immatricolazioni, in calo del 21,7 per cento su dicembre 2020 (il sesto consecutivo), il consuntivo dei 12 mesi chiude con un totale di 11.774.885 veicoli immatricolati nei 30 Paesi (UE+UK+EFTA), in perdita sia rispetto...

  • Usato online, primeggia Fiat
    19 gennaio 2022 - C'è Fiat Panda in cima alla top ten delle auto usate più vendute online in Italia nel 2021; seguono Fiat 500, Volkswagen Golf, Jeep Renegade, Lancia Ypsilon, Mercedes Classe A, Volkswagen Polo, Smart Fortwo, Audi A3 Sportback e Fiat 500X. La classifica è stata stilata da brumbrum, rivenditore diretto di auto ricondizionate e a noleggio a lungo termine...

  • Mercato commerciali: dicembre in calo
    17 gennaio 2022 - Il mercato dei veicoli commerciali (fino a 3,5 t. di peso totale a terra), secondo le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae chiude l'ultimo mese del 2021 con 17.150 nuove immatricolazioni, ancora in calo sullo stesso mese del 2020 (-5,4 per cento) e su dicembre 2019 (-14,2 per cento). Sulla base di queste cifre, vengono confermate...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK