Laura Sella (Autofficina Sella),
due corsi sono meglio di uno


"Che cosa ho imparato? Per esempio a non dire mai al cliente 'devi', meglio 'sarebbe il caso', e a sostituire il termine 'costo' con 'prezzo' o 'tariffa'. Se ci fossero altre proposte per l'ufficio le prenderei in considerazione". Ecco Laura Sella, contitolare di Autofficina Sella a Cogollo del Cengio (Vi), reduce dalla frequentazione di due corsi del ricco calendario AsConAuto Academy. Siamo andati a trovarla...

L'anno prossimo saranno i primi 40 dell'officina?
Sì, è stato nostro padre, mio e di mio fratello Franco, ad avviare l'attività nel 1982. Attività che porta ancora il suo nome, Autofficina Sella Diego. È stata una ditta individuale fino a che a metà degli anni 90 - con mio fratello che appena finite le scuole aveva iniziato a lavorare con papà - è entrata nostra madre Giovanna e da individuale è diventata impresa familiare. Io avevo scelto un'altra strada, ho rilevato la mamma in amministrazione quando lei è andata in pensione, nel 2010, prendendo la qualifica di tecnico delle revisioni.

Un ramo d'azienda significativo?
Mediamente, e pur con un certo rallentamento dovuto alle proroghe di legge, le revisioni sono 1.300-1.400 l'anno. E poi contiamo una quarantina di ingressi settimanali tra meccanica, gomme ed elettrauto.
Lavoriamo in sei, noi compresi, in un capannone di circa 500 metri quadrati coperti costruito negli anni 90.

2021 VS 2020?
L'anno scorso è stato un anno difficile nella prima parte, da giugno in poi siamo riusciti a lavorare, ma abbiamo visto molto la differenza rispetto all'anno prima. La clientela stessa chiedeva di fare il minimo indispensabile.
Quest'anno non è ancora come negli anni scorsi, la gente non è tornata alla vita di prima, però non possiamo lamentarci. Teniamo i piedi per terra, ma sarà meno dura del 2020.

Officina multimarca?
Per scelta. Ripariamo utilitarie, suv, autocarri, autocaravan, in una parola il circolante. Comincia a vedersi anche qualche veicolo ibrido ed elettrico.

Siete affiliati DOC. Quando la scelta Sella è per il ricambio originale?
Dipende dal tipo di cliente oltre che dalla macchina. L'originale soprattutto nei componenti elettrici, i sensori, le tubazioni, i manicotti, le cinghie di distribuzione... Vedo che su certi lavori più grossi, non il classico tagliando, non c'è quella enorme differenza di prezzi tra un ricambio originale e uno di concorrenza. Si valuta di volta in volta.

Di DOC siete soddisfatti?
Lavoriamo con il consorzio da una decina d'anni, per la consegna a domicilio prima di tutto. Ne avevamo una sola, ma finalmente da un paio di mesi abbiamo la doppia consegna. Siamo un po' fuori zona, il furgone si fermava a una decina di chilometri da noi. Non so se è stato a furia di insistere, o perché DOC ha cambiato il giro, ma dall'estate abbiamo due consegne e... ci è cambiata la vita! Restituiamo prima anche la macchina al cliente.

Soddisfatti anche del servizio delle concessionarie DOC?
Mio fratello fa l'ordine e tiene i rapporti con i magazzini. La strumentazione non ci manca, ma se serve consulenza il canale con le concessionarie è aperto, soprattutto quello telefonico.

Quali sono i punti di forza di Autofficina Sella?
Direi la disponibilità. Le faccio un esempio: anche nelle giornate full, al cliente che si presenta con un qualsiasi problema alla macchina, mio fratello risponde sempre "lasciamela, la guardo e ti richiamo", non lo fa andare via com'è arrivato. E vedo che il cliente apprezza.

Apprezzerà anche la nuova gestione dell'ufficio? So che ha frequentato due corsi: 'Gestione Economica dell'Officina' e 'Gestire la Relazione con il Cliente dell'Officina'...
Ne avevo parlato con Daniele (Rigon, promoter di riferimento, nda), che passa, è presente e molto disponibile. Gli avevo proprio chiesto "Se organizzano corsi in area amministrativa mi avvisi?". Ne ho fatti altri, sulla sicurezza per esempio, ma non specifici per l'officina, valgono fino a un certo punto. Daniele mi ha detto dell'AsConAuto Academy, ho guardato il calendario, ne ho trovati due che mi interessavano e mi sono iscritta. Ha contato anche che fossero online e in orari che non si sovrapponevano a quelli di officina.

Com'è andata?
I docenti erano competenti, chiari, coinvolgenti. Ci hanno fornito materiale (per la gestione economica, un foglio excel da compilare con dei campi che mi hanno dato una prospettiva diversa) e ci interpellavano, noi facevamo domande... Mi sono piaciuti molto.
Ho capito cose a cui non avevo mai pensato. Per esempio, ci hanno consigliato di non dire mai al cliente 'devi', meglio 'sarebbe il caso', e a sostituire il termine 'costo' con 'prezzo' o 'tariffa'. Sì, se ci fossero altre proposte relative all'ufficio le prenderei in considerazione.

  • È la Norvegia il Paese più “elettrico”
    22 ottobre 2021 - Il diesel continua il suo crollo di fronte all'elettrificazione del mercato automobilistico europeo: nel terzo trimestre sono state vendute più auto ibride che diesel. Lo rende noto l'Acea, l'associazione dei costruttori. Gli ibridi non plug-in sono al secondo posto con il 20,7 per cento della quota di mercato, dietro alla benzina (39,5 per cento) ma davanti...

  • La mobilità è sempre più green
    20 ottobre 2021 - Consumatori, imprese ed enti locali al centro delle rilevazioni dell'Osservatorio E-MOBILITY 2021 di Nomisma presentate al convegno sulla mobilità circolare organizzato a Bergamo da SIFÀ. Dalle risposte di 1.200 consumatori emerge che 1 italiano su 3 ha pensato all'acquisto di una nuova auto e, tra questi, il 27 per cento ne è effettivamente...

  • Mercato Europa: a settembre nuovo crollo
    18 ottobre 2021 - A settembre è di nuovo in forte discesa la curva delle immatricolazioni di auto in Europa. Nel mese scorso si è ulteriormente accentuata la tendenza al ribasso avviata in estate, e con 972.723 auto immatricolate nei 30 paesi del panel (UE+UK+EFTA) si è registrato un calo del -25,2 per cento sul 2020. Il cumulato dei nove...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK