Tiziano Riva (Carrozzeria Riva),
"Il non originale non è una soluzione"

Propongo un patto, a Tiziano Riva: lui accetta di dedicarmi un quarto d'ora del tempo che non ha e io gli risparmio risposte che vanno solo rinfrescate. Il titolare di 'Carrozzeria Riva' di Povolaro di Dueville (VI), infatti, è una vecchia conoscenza di questo sito. Lo richiamo perché c'è una novità: la sua fedeltà al ricambio originale gli ha permesso di staccare il biglietto per Marsa Alam, un viaggio della campagna AsConAuto 'L'Originale Ti Premia'.

A chi ha affidato l'azienda?
A mio figlio Alessio, che ha 21 anni e dopo aver preso il diploma di perito logistico è entrato in carrozzeria in pianta stabile. Io e mia moglie non eravamo mai andati in vacanza, insieme, durante il periodo lavorativo. Due settimane prima di partire abbiamo fatto una piccola riunione con tutti e 15 i dipendenti, programmando le consegne in modo che l'attività proseguisse ma senza ingorghi, che fosse fluida e gestibile. È andata così bene che quando siamo tornati ci hanno chiesto se volevamo ripartire!

È andata bene anche la vacanza premio?
Molto bene. L'organizzazione interna, il gruppo di persone… Non eravamo mai stati a Marsa Alam e, oltre alle escursioni, tutte belle, mi hanno entusiasmato il villaggio, la pulizia, il servizio, l'accortezza di farci sentirci coccolati.
I prossimi premi? Non compriamo ricambi per fare magazzino in vista della classifica, ma ci proveremo...

Compra sempre originale?
Tutto originale, tranne i ricambi per qualche riparazione 'di emergenza' per contenere i costi su richiesta del cliente. La qualità è decisamente superiore, soprattutto sui lamierati, e poi, se anche con il non originale risparmi nell'acquisto quel risparmio lo perdi nel tempo in più per assemblare. Alla fine il ricambio di concorrenza non è una soluzione.

I ricambi come li ordina?
Non me ne occupo io direttamente, ma di sicuro mai per telefono!

La sua clientela è fedele?
I nostri sono clienti da tanti anni. Oltre alle autorizzazioni - siamo carrozzeria approvata Porsche, Toyota, Seat, Volkswagen, Škoda, e autorizzata Opel - siamo convenzionati con più compagnie assicurative, e anche se qualcuno dice che essere convenzionati non va bene, per noi va bene. Abbiamo personalizzato gli accordi economici, non ci facciamo strangolare.

Quanti sono gli ingressi in Via Marosticana?
Non abbiamo mai avuto problemi di volumi. Siamo radicati da tempo - il nonno Leonido ha avviato l'attività nel 1924, quando giravano ancora carrozze e calessi - e la zona è buona. In più collaboriamo con diverse concessionarie. Gli ingressi sono in linea con il 2014 (anno della prima intervista, NdA), quindi una media di 35-40 a settimana. Approvati e autorizzati incidono per la metà.

Dopo tanti anni con Doc che cosa apprezza del servizio?
È un sistema che ha risolto un bel problema, quello di recuperare i ricambi. Ci ha permesso di risparmiare una persona e un mezzo (e quindi tempo, benzina, denaro…), e quella persona oggi fa il carrozziere.
Le consegne sono particolarmente precise. Mi è capitato di avere qualche piccolo problema e si sono fatti in quattro per risolverlo. Con Doc va tutto benissimo.

  • Commerciali: a settembre crollano vendite
    12 ottobre 2018 - A seguito dei rallentamenti registrati nel mercato dei veicoli commerciali (autocarri con ptt fino a 3,5t) nel corso dell'anno 2018, anche a settembre il mercato dei veicoli da lavoro ha subito un vero e proprio crollo. Secondo le stime elaborate e diffuse dal Centro studi e statistiche Unrae, l'Associazione delle case automobilistiche estere...

  • Più revisioni nel primo semestre
    10 ottobre 2018 - Il numero degli autoveicoli revisionati nel primo semestre del 2018 è stato superiore a quello degli autoveicoli revisionati nello stesso periodo del 2017 (+0,4 per cento). Complessivamente gli italiani hanno speso 1,46 miliardi di euro, duecento milioni più di quanto speso nel primo semestre dell'anno scorso. Nel computo sono compresi i 502,9 milioni...

  • Il mercato auto più promettente? L’Africa
    8 ottobre 2018 - Le case automobilistiche scommettono sull'Africa quale nuovo 'hub' per la produzione mondiale. Con un parco circolante previsto in crescita del 50 per cento nel 2040 (90 milioni di veicoli contro i 59 milioni di oggi), il Continente nero è infatti sempre più al centro dell'attenzione dei principali produttori mondiali. Volkswagen, Renault, Peugeot, Hyundai...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK