Tullio Dal Barco: "È in netto aumento
il lavoro con le compagnie di noleggio"

Sempre più nel segno del noleggio l'attività di 'Dal Barco', il Volkswagen Service di San Bonifacio (Vr) che negli anni ha raggiunto dimensioni ragguardevoli: nei 2.500 metri quadrati al civico 75 di Via Villanova lavorano infatti in venti tra meccanici, carrozzieri, venditori. Aveva un sogno Tullio Dal Barco, ieri braccio destro del padre che ha fondato l'azienda nel 1992 e oggi titolare unico: "Diventare un punto di assistenza dove chiunque ha una macchina con un problema si rivolge a me e trova una soluzione". L'ha realizzato.

Mi racconta gli inizi?
'Dal Barco' nasce nel 1992 per iniziativa di mio padre (che all'epoca aveva una piccola officina con suo fratello). Mi ha sempre raccontato che giocavo più con i motori che a casa. Il grosso cambiamento è avvenuto nel 2008, quando ho ingrandito la struttura dai 500 metri quadrati iniziali ai 2.500 di oggi.

In piena crisi?
In realtà la scelta di ingrandirmi risale al 2006, si erano liberati dei terreni attorno, li ho acquistati e progettato il nuovo capannone già suddiviso nei tre reparti: vendita, carrozzeria, officina.
Negli anni siamo arrivati a venti dipendenti e siamo ancora in espansione. Ho rinforzato la parte 'social' per aumentare la visibilità e la parte di vendita e logistica.
Sta andando bene, anche se quest'anno è partito un po'... lento. L'importante è mantenere quello che abbiamo.
Oggi il 70-75 per cento dell'attività è riparazione, il resto è vendita. Sono canali che si alimentano a vicenda: il cliente a cui ho venduto la macchina poi torna da me per l'assistenza. Ripariamo 22-23 auto al giorno tra meccanica, gomme e carrozzeria. Se arriva la Fiat va bene anche quella, ma il 90 per cento sono veicoli dei marchi che rappresento: 50 per cento Volkswagen, 40 Audi e il resto Škoda e gli altri marchi.

Il lavoro con le flotte è un 'di cui'?
Ho convenzioni con le società di noleggio e lavoro con grosse aziende che hanno parchi auto di proprietà. L'attività con le compagnie - soprattutto Arval, Ald Automotive e LeasePlan - è aumentata di molto. Tutte tendono a imporsi, ma lavoriamo sulla quantità e dobbiamo gestire i volumi. Più delicata la questione ricambi: Arval ci rifornisce direttamente (ma non per i nostri marchi) mentre sui veicoli Ald o LeasePlan decidiamo in autonomia.

La scelta di Dal Barco è ricambio originale?
Salvo espressa richiesta del cliente, io compro solo originale, un buon 95 per cento sono ricambi originali. Dal mio punto di vista diamo un servizio migliore e abbiamo un servizio migliore, più competenza da chi vende perché chi si occupa di un marchio è più informato su tutto. E poi l'aggiornamento è costante: se la Casa si accorge che serve un aggiornamento lo fa, con i ricambi di concorrenza non succede.

Non ne fa una questione di costi?
Non sono convinto che i ricambi di concorrenza costino di meno. E poi, una volta che il cliente va fuori, se anche dovesse spendere dieci euro in più ma non avere problemi, di quei dieci euro si dimentica…

Con Doc come si trova?
Anche meglio di prima, da quando ho due consegne al giorno. Sono soddisfatto: il servizio è puntuale, le persone sono corrette, problemi non ne ho mai riscontrati.
Avevo avuto qualche incontro preliminare con il promoter per capire come funzionava, abbiamo concordato gli orari, mi è venuto incontro dimostrando disponibilità, sta tutto funzionando regolarmente.

Ordina per telefono?
Poco. Per i nostri marchi, che sono il grosso degli ordini, abbiamo dei sistemi interni. Con gli altri magazzini ordiniamo tramite mail, tendenzialmente per iscritto. Se chiamo il magazzino ed è occupato perdo tempo e non ho la risposta che magari mi serve; se mando una mail, entrambi facciamo qualcos'altro ma so che appena legge mi risponde. Qualcuno è più veloce, qualcuno meno...

La sua clientela è della zona?
La maggior parte risiede in un raggio di 35-40 chilometri, credo voglia dire che nella zona sono quotato abbastanza bene. Poi ho un cliente che viene da Varese, che parte alle 5 del mattino per fare il tagliando. È un caso, che fa piacere, ma un caso.

La prima volta che ci siamo sentiti era reduce dal viaggio premio AsConAuto sul Baltico, oggi da quello a Santo Domingo. Compra ricambi originali per vincere?
Tendenzialmente compro quello che serve, non vado a fare cose particolari. Il viaggio è un surplus - e quello a Santo Domingo, dove sono andato con mia moglie, è stato un bel viaggio: tante le escursioni, buona la compagnia, bellissimo il tempo - ma non lavoro con quello scopo. Poi, certo, se devo scegliere tra ordinare nel circuito Doc o fuori, ordino con Doc. Il 95 per cento degli ordini viaggia con Doc Ricambi Originali.

  • La micromobilità ha bisogno di regole
    16 agosto 2019 - Mentre si prepara a ospitare 'E-mob', terza edizione della conferenza nazionale della mobilità elettrica in programma dal 27 al 29 settembre, Milano deve risolvere il problema della circolazione dei monopattini a batteria. Palazzo Marino ha già dato il via libera alla sperimentazione della micromobilità elettrica, quindi chiunque voglia utilizzare...

  • Esodo, controesodo e scioperi
    14 agosto 2019 - Sono circa 170mila i transiti attesi sulla A4 sabato 16, giornata da 'bollino nero' secondo la società Autovie Venete che gestisce la rete autostradale tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Già da questa sera potrebbero esserci i primi rallentamenti all'uscita dei caselli delle località balneari. Dovrebbe andare meglio domani, quando scatterà anche il divieto...

  • Autocarri e bus, luglio da dimenticare
    12 agosto 2019 - Male gli autocarri, in recupero i veicoli trainati, maluccio i bus. È la fotografia scattata da Anfia a luglio, mese in cui sono stati rilasciati 1.689 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-21,4 per cento rispetto a luglio dell'anno scorso) e 1.129 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, cioè con massa a pieno carico superiore...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK