Pierangelo Miorali, one-man band
nella sua officina carrozzeria

"Come nelle gare di briscola qui vige il regolamento locale". Pierangelo Miorali liquida con una battuta la possibilità di convenzionarsi con le compagnie assicurative. Titolare di se stesso, ci ha accolto nella sua Autofficina Carrozzeria Piercar a Casatico, frazione di Marcaria in provincia di Mantova (nel render in foto, come sarà il capannone a restyling ultimato).

Che ci fa qui tutto solo?
Fino a qualche anno fa lavorava anche mio padre, che ha avviato l'attività negli anni 60 e fa ancora il suo giretto la mattina. Io, sì, ci sono cascato dentro, però mi piaceva. Ho preso in mano tutto nel 1999, concentrandomi più sulla carrozzeria che sulla meccanica, a differenza di papà.
Lavoro da solo, ma nel momento del bisogno mi appoggio a qualche artigiano del territorio. Quella di non avere dipendenti un po' è stato per scelta e un po' per le condizioni del mercato. E poi lo spazio è quello che è, 150-200 metri quadrati.

Come riesce a gestire gli ingressi?
Lavorando su appuntamento, adesso per esempio ho davanti tre-quattro settimane già programmate, ma se posso e se serve temporeggio.
Casatico è un paesino, vengono qui per qualunque cosa, e se ho un buco cerco di risolvere subito. Sulla meccanica, che per me vuol dire tagliandi e gomme, non si programma, e se non ho tempo indirizzo il cliente ai colleghi con cui mi trovo bene, ho un bel rapporto; ci si aiuta anche su problematiche che magari sono già capitate all'uno o all'altro.

Lavorando da solo ha patito meno di altri la pandemia?
Nella sfortuna di non riuscire ad allargarmi ho la fortuna di non averne risentito. Da solo, e con il codice Ateco che mi ha permesso di tenere aperto anche durante il lockdown, ho sempre riempito la giornata.
Oggi che la pandemia è alle spalle riparo un po' di tutto, non auto superlusso anche perché non ho clienti che guidano macchine del genere, piuttosto utilitarie, auto di fascia media, furgoni fino ai 35 quintali. Di tutti i marchi.

Non vedo convenzioni assicurative...
E non voglio averne, a casa mia decido io. Come nelle gare di briscola qui vige il regolamento locale. Anni fa, quando ancora partecipavo alle riunioni di categoria, tanti parlavano in un modo e poi facevano in un altro, non siamo mai riusciti a mantenere davvero una posizione comune.

Sui ricambi decide da solo. Che cosa monta?
Monto solo originale, perché è giusto dare un servizio con una qualità importante e il ricambio originale vale i soldi che spendi. Soprattutto sulla carrozzeria, se usi ricambi di concorrenza i risultati non sono uguali. Già lavorare è fatica, se non ci piace è doppia fatica, quindi devo avere la soddisfazione di quello che faccio e che cerco di fare al meglio.
Sì, capita il cliente che arriva con il ricambio in mano, ma io mi sento responsabile del lavoro che faccio, preferisco declinare. È difficile, però sulla questione dobbiamo prendere una posizione, io non sono mai andato al ristorante con il piatto da scaldare.

Lavorando con l'originale lavora con DOC?
E mi trovo benissimo, lo trovo un servizio davvero valido. Bravi i ragazzi che fanno le consegne, disponibili le concessionarie anche se poche volte mi è capitato di portare la macchina nelle loro officine, preferisco che rimanga qui per un discorso di trasparenza verso il cliente; e poi c'è Stefano (Azzolini, promoter di riferimento, nda) che quando serve si organizza per aiutarmi.

So che apprezza molto la App A Service...
È veramente una bella soluzione, soprattutto quando sono impegnato. Se è un particolare uso la App, per la sinistrata importante telefono perché i pezzi da ordinare sono troppi.
E pensare che quando è uscita la App temevo fosse il giochino di cui non ti fai niente, e invece è un aiuto valido. Magari stai aspettando un pezzo e senza chiamare il magazzino con la App vedi subito se la concessionaria lo ha spedito.

Si faccia pubblicità: venire da Pier perché?
Perché mi conoscono. Per il prezzo anche no. Mi piace che il cliente venga qui perché si fida di me e sa che farò del mio meglio.

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

  • Vetture volanti? Suzuki ci crede
    28 settembre 2022 - Suzuki Motor Corporation intende spiccare il volo rinforzando la partnership con SkyDrive, azienda giapponese impegnata nello sviluppo di "auto volanti" e "droni da carico". Con l'investimento, le due società rafforzeranno ulteriormente la loro partnership siglata a marzo 2022, cooperando con altre aziende investitrici per...

  • Auto, Pinterest per la Gen Z
    26 settembre 2022 - Il motore di ricerca visiva Pinterest aiuta i brand automobilistici a raggiungere la Gen Z, quindi i giovanissimi nati dopo il 1995. Per 8 potenziali acquirenti su 10 Pinterest è la piattaforma perfetta per scoprire nuovi marchi e prodotti auto; soprattutto, chi accede si dichiara pronto a procedere con l'acquisto una volta trovato il 'pin'...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK