Elettrico in flotta? Sì, no, forse

L'atteggiamento delle imprese verso la mobilità elettrica resta attendista. Cresce la propensione dei fleet manager, così come la quota dei veicoli alla spina in flotta, ma permangono ostacoli pratici e culturali che ne frenano una più ampia diffusione. Sono questi i principali spunti di interesse emersi dalla survey 'La carica dei 102', promossa dall'Osservatorio sulla mobilità aziendale Top Thousand (composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende) che ha preso in esame 102 aziende di ogni dimensione e di diversi settori merceologici per un parco totale gestito di 118.439 veicoli, di cui 3.612 elettrici.

Nel mix delle alimentazioni il diesel mantiene la leadership, la benzina conferma il suo ruolo di rilievo specie negli spostamenti cittadini e sui segmenti più piccoli, ma ibrido ed elettrico stanno prendendo quota. Chi sceglie l'elettrico lo fa soprattutto per ragioni di responsabilità sociale d'impresa (indicata da quasi metà del campione), e per ridurre la media di emissioni del proprio parco (44 per cento delle risposte), oltre che per beneficiare delle agevolazioni nella circolazione (37). Anche la crescente autonomia (18 per cento), gli incentivi governativi (16) e i vantaggi fiscali (16) stanno incidendo in maniera concreta su questa transizione.  

L'utilizzo delle auto a zero emissioni al tubo di scarico non è più solo urbano: nel 55 per cento dei casi, infatti, vengono utilizzate anche fuori dall'ambito cittadino, anche se con percorrenze giornaliere al di sotto dei 100 chilometri. Solo 7 fleet manager su 100 hanno dichiarato che sono stati effettuati viaggi di oltre 200 chilometri a bordo di auto elettriche, la maggior parte (65 per cento) non ha superato i 120. Sotto il 10 la percentuale di utilizzatori di auto aziendali disposta a passare all'elettrico: per le carenze della rete di ricarica, i tempi di rifornimento troppo lunghi, la difficoltà nel dover pianificare in anticipo ogni dettaglio del viaggio.

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

  • Vetture volanti? Suzuki ci crede
    28 settembre 2022 - Suzuki Motor Corporation intende spiccare il volo rinforzando la partnership con SkyDrive, azienda giapponese impegnata nello sviluppo di "auto volanti" e "droni da carico". Con l'investimento, le due società rafforzeranno ulteriormente la loro partnership siglata a marzo 2022, cooperando con altre aziende investitrici per...

  • Auto, Pinterest per la Gen Z
    26 settembre 2022 - Il motore di ricerca visiva Pinterest aiuta i brand automobilistici a raggiungere la Gen Z, quindi i giovanissimi nati dopo il 1995. Per 8 potenziali acquirenti su 10 Pinterest è la piattaforma perfetta per scoprire nuovi marchi e prodotti auto; soprattutto, chi accede si dichiara pronto a procedere con l'acquisto una volta trovato il 'pin'...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK