Pneumatici, è l'ora del cambio

Non bastasse il calendario, anche il meteo, con il repentino abbassamento delle temperature, ci ha ricordato che è giunta l'ora del cambio gomme. Oggi, 15 novembre, sono entrate in vigore le ordinanze emanate dagli enti proprietari o gestori delle strade che vincolano la circolazione fino al 15 aprile prossimo al montaggio di pneumatici invernali o alla presenza di catene a bordo.

Chi non si adegua alla direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti rischia una sanzione da 41 a 168 euro se l'infrazione è commessa all'interno dei centri abitati e da 84 a 335 se fuori; può inoltre essere disposto il fermo del veicolo fino alla messa in regola degli pneumatici.

In deroga alla regola generale, è possibile montare pneumatici invernali con codici di velocità inferiori a quanto indicato sulla carta di circolazione fino al minimo di Q (160 km/h). In questo caso sarà il rivenditore specialista ad applicare una targhetta che riporti la velocità massima consentita, ricordando visivamente all'automobilista il limite da rispettare.

Il cambio gomme - di tutte e quattro, in modo da avere comportamenti omogenei sugli assi e mantenere stabilità in curva e frenata - è l'occasione per un check up a beneficio dei costi (la corretta pressione di gonfiaggio riduce l'usura dei pneumatici stessi e ottimizza il consumo di carburante) e della sicurezza stradale (con la 'divisa' invernale l'auto è sempre pronta ad affrontare qualunque situazione critica).

Per quanto riguarda gli 'All season', '4 stagioni', 'all weather', 'multipurpose' e 'multiseason', ricordiamo che sono tutte definizioni commerciali a cui ciascun costruttore attribuisce contenuti tecnici specifici. Per la legge, se i pneumatici hanno la marcatura M+S consentono la circolazione durante la stagione invernale e in presenza di ordinanze. Se si vogliono utilizzare davvero in tutte le stagioni, è necessario che abbiano un codice di velocità uguale o superiore a quello indicato in carta di circolazione ed è auspicabile che abbiano anche il pittogramma alpino.

  • Altro che schiavi dell'auto!
    30 settembre 2022 - È noto che l'Italia, nel confronto con Regno Unito, Spagna, Francia e Germania, vanta due primati poco invidiabili: il tasso di motorizzazione più elevato (642 auto per 1.000 abitanti contro la media di 553 degli altri Major Markets), e il circolante più anziano (12,2 anni, seconda solo alla Spagna). Gli italiani, con più di un'auto in famiglia, 'usano...

  • Vetture volanti? Suzuki ci crede
    28 settembre 2022 - Suzuki Motor Corporation intende spiccare il volo rinforzando la partnership con SkyDrive, azienda giapponese impegnata nello sviluppo di "auto volanti" e "droni da carico". Con l'investimento, le due società rafforzeranno ulteriormente la loro partnership siglata a marzo 2022, cooperando con altre aziende investitrici per...

  • Auto, Pinterest per la Gen Z
    26 settembre 2022 - Il motore di ricerca visiva Pinterest aiuta i brand automobilistici a raggiungere la Gen Z, quindi i giovanissimi nati dopo il 1995. Per 8 potenziali acquirenti su 10 Pinterest è la piattaforma perfetta per scoprire nuovi marchi e prodotti auto; soprattutto, chi accede si dichiara pronto a procedere con l'acquisto una volta trovato il 'pin'...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK